Ricerca libri

Ricerca i libri di Dino Buzzati nel catalogo del sistema bibliotecario della Provincia di Belluno: collegandoti a OPAC - Regione Veneto, potrai trovare tutti i libri catalogati presenti presso il Centro Studi Buzzati.


Consegna borse di studio intitolate a Buzzati e mostra a Belluno "Le stagioni di Buzzati"

Consegna borse di studio intitolate a Buzzati e mostra a Belluno "Le stagioni di Buzzati"

Notizia del 30/09/2019

Scritto da

Il giorno 13 settembre, a Feltre, nel salone del Museo Diocesano, si è svolta, a partire dalle ore 16.30, l’assemblea dell’Associazione Internazionale Dino Buzzati. Dopo l’approvazione del bilancio il Presidente, Marco Perale, e la Responsabile della ricerca del Centro Studi, Patrizia Dalla Rosa, hanno illustrato le linee programmatiche delle attività previste da ora sino all’appuntamento con il cinquantesimo anniversario della morte dello scrittore, in agenda per il 2022. La riunione dell’Assemblea è stata seguita dalla cerimonia di conferimento delle borse di studio intitolate a Buzzati, assegnate quest’anno ad Arianna Sommadossi di Fonte (TV), dell’Università di Venezia Cà Foscari, che ha ricevuto la borsa offerta dal Lions Club Belluno; ad Anna Sommariva di Vittorio Veneto (TV), dell’Università di Udine, che ha ricevuto la borsa offerta dall’azienda Unifarco; a Letizia Dogana di Pistoia, dell’Università di Firenze, che ha ricevuto la borsa offerta dalla famiglia Minutoli in memoria della figlia Barbara e infine a Giulia Silvestri di Berlino, della Freie Universität, che ha ricevuto la borsa di studio del Rotary Club di Feltre.

Le vincitrici con il Presidente Marco Perale e la dott.ssa Patrizia Dalla Rosa

Altro momento della cerimonia

Le stagioni di Buzzati, Una mostra a Belluno dal 4 ottobre

Palazzo Fulcis, 5 ottobre 2019 – 7 gennaio 2020

Belluno torna a riflettere e a interrogarsi sul suo figlio più illustre del Novecento a quasi cinquant’anni dalla morte: lo fa con una mostra – organizzata congiuntamente da Comune e Associazione Internazionale Dino Buzzati – che aspira a incrociarne la vicenda umana (dall’atto di battesimo al calco funebre della sua mano destra) con l’evoluzione della sua vocazione pittorica. Si comincia con gli esordi giovanili per sfiorare la sua prima uscita pubblica con La grande invasione degli orsi in Sicilia del 1945 e giungere a esplorare, a partire dalla mostra del 1958, il continuo crescendo di operosità il cui culmine sarà rappresentato dal Poema a fumetti del 1969 e dai Miracoli di Val Morel del 1971.

Saranno presenti in mostra il primo e l’ultimo dei quadri di Buzzati, così come una decina di inediti, soprattutto giovanili, che aiuteranno la messa a fuoco dell’universo figurativo buzzatiano. L’evento bellunese non intende infatti ripercorrere il sentiero tracciato dalla critica che ha già provato a definire l’evoluzione dello stile pittorico di Buzzati (dal simbolismo al surrealismo alla pop art), ma schiudere anche altri orizzonti.

Seguendo un suggerimento metodologico di Michel Foucault, con la mostra Le stagioni di Buzzati si vuole tentare una diversa contaminazione che aiuti a scandagliare il rapporto fisico, concretissimo e vitale, tra gli oggetti della vita quotidiana di Buzzati e alcuni dei risultati grafici generati dalla sua creatività. Da questo percorso – ed è un risultato che emerge grazie agli accostamenti proposti da questa mostra – si delinea nitidamente l’approfondirsi delle sperimentazioni, da parte dell’artista, in vista di una vera e propria fusione tra parola e immagine.

Torna a inizio pagina